Contatore utenti connessi

Spezzatino al Vino Rosso

Ingredienti

•1 kg di spezzatino di manzo

•700 ml di vino rosso

•2 cipolle

•2 carote

•2 gambi di sedano

•200 g di funghi champignon

•1 spicchio d'aglio

•Prezzemolo q.b.

•3 foglie di alloro

•2 foglie di salvia

•Olio extravergine d'oliva q.b.

•Sale q.b.

•1 cucchiaino di pepe nero in grani


Preparazione

In una terrina preparate la marinata per carne: versate il vino e insaporitelo con 1 gambo di sedano, 1 carota e 1 cipolla precedentemente puliti e tagliati grossolanamente, 1 spicchio d’aglio, la salvia, l’alloro e il pepe in grani; lasciate marinare la carne per 5-6 ore circa coprendo con la pellicola trasparente. 

Trascorso il tempo di marinatura, scolate la carne e filtrate il liquido; preparate un trito sottile con il sedano, la carota e la cipolla rimanenti e fatelo rosolare in casseruola con l’olio extravergine d’oliva per 6-7 minuti mescolando per non farlo bruciare. 

Aggiungete la carne e lasciatela sigillare a fiamma viva per 7-8 minuti circa, dopodiché bagnate con il liquido di marinatura, fate evaporare l’alcol e abbassate la fiamma. Lo spezzatino dovrà cuocere per circa 1 ora e ½ a fiamma bassa con il coperchio.
Verso metà cottura aggiustate di sale e, se la carne dovesse asciugarsi eccessivamente, aggiungete poco brodo caldo.

Quando mancheranno circa 20 minuti al termine della cottura, pulite i funghi e affettateli, quindi uniteli in casseruola e lasciateli cuocere per circa 10-12 minuti. 

Quando la carne sarà ben cotta e morbida, spegnete il fuoco e dividete lo spezzatino nei piatti da portata servendolo caldo e guarnendolo con del prezzemolo tritato finemente.

Accorgimenti

La cottura della carne, dopo la prima fase a fiamma vivace, deve essere fatta a fiamma bassa: in questo modo otterrete uno spezzatino morbido al punto giusto.



Pollo alla Soia

Ingredienti

•800 g di petto di pollo

•2 cucchiai di salsa di soia

•1 cucchiaino di zenzero in polvere

•2 cucchiai di olio extravergine d'oliva


Preparazione

Come prima cosa tagliate il petto di pollo prima in fette spesse, poi a bocconcini; in una teglia dai bordi bassi versate la salsa di soia, l'olio e lo zenzero in polvere e mescolate, dopodiché adagiatevi il pollo, coprite con la pellicola e lasciate marinare per 30 minuti in frigorifero mescolando con un cucchiaio dopo 15 minuti. 

Scaldate molto bene la piastra (o la griglia) e, dopo averli sgocciolati, mettete in cottura i bocconcini di pollo: saranno sufficienti pochi minuti di cottura, circa 7-8.

Una volta pronti, serviteli irrorandoli con il sughetto che avranno rilasciato sulla piastra!

Accorgimenti

La ricetta si può realizzare anche cuocendo il pollo nel wok con un filo d'olio extravergine d'oliva.

Per una presentazione più carina potete utilizzare degli stecchini di legno e preparare degli spiedini di pollo alla soia!


Calamari Imbottiti

Ingredienti

•500 g di calamari già puliti

•Un ciuffo di prezzemolo

•1 uovo••Pangrattato q.b.

•Olio extravergine di oliva q.b.

•Pepe q.b.

•Sale q.b.


Preparazione

Lavate accuratamente i calamari e asciugateli, poi puliteli, eliminando la cartilagine e il dente centrale (trovate tutte le istruzioni nel nostro articolo "Come pulire i calamari").

Tagliate i tentacoli e triturateli con la mezzaluna. In una terrina amalgamate il trito di tentacoli con del prezzemolo tritato, l'uovo e un po' di pangrattato a seconda della consistenza dell'impasto che deve risultare piuttosto corposo. Salate e pepate a piacere.

Con l'aiuto di una forchetta riempite i calamari con il composto e chiudeteli con uno stuzzicadenti. Cuoceteli in padella con un filo di olio extravergine di oliva per 10-15 minuti, girandoli di tanto in tanto per una cottura uniforme.

Accorgimenti

Per tritare più facilmente i tentacoli dei calamari potete scottarli velocemente in una padella antiaderente senza aggiungere condimenti. Attenzione a non esagerare con una cottura troppo lunga. I calamari, così come le seppie e i totani, se cotti troppo a lungo tendono a diventare duri e stopposi.
Scegliete calamari di media grandezza: ne serve uno a testa